PETIZIONE NAZIONALE PER L’ABOLIZIONE DELL’USO DEGLI ANIMALI NEI CIRCHI

 

Alla Presidenza del Consiglio di Ministri
Presidente del Consiglio Giuseppe Conte

Al Ministero per i beni e le attività culturali
Ministro Alberto Bonisoli

Al Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare
Ministro Sergio Costa

L’utilizzo degli animali nel circo, tradizione ormai anacronistica ed anche in contrasto con le posizioni attuali dell’opinione pubblica e del mondo scientifico, altro non è che una schiavitù legalizzata. Ecco perché vi chiedo, non solo l’attuazione della L. 175/2017, in cui è previsto il graduale superamento dell’utilizzo degli animali nei circhi, approvando in tempi brevi il testo del disegno di legge delega deliberato nel Consiglio dei Ministri dello scorso 28 febbraio 2019, ma anche la piena applicazione dell’art. III-121 del Trattato dell’Unione Europea (Costituzione dell’Unione Europea) dove si stabilisce che gli animali sono esseri senzienti. La realizzazione di queste disposizioni porterebbe così a compimento l’attuazione delle cinque libertà del Brambell Report (libertà dalla sete, dalla fame e dalla cattiva nutrizione, di avere un ambiente fisico adeguato, dal dolore e dalle malattie, di manifestare le caratteristiche comportamentali, dalla paura e dal disagio) già richiamate, e spesso disattese, da un documento della Commissione scientifica Cites del Ministero dell’Ambiente datato 2006.
La suddetta normativa, che prevede la dismissione degli animali dal circo, non comporta una semplice procedura perché trovare un ricovero adatto per la nuova vita degli animali prevede una gestione delle risorse condivisa. Vi chiedo, in caso di approvazione della legge delega di sentire OIPA Italia Onlus in audizione nelle commissioni Cultura del Parlamento Italiano e di istituire un tavolo in cui siano coinvolte tutte le parti: Governo, Ente Nazionale Circhi, Associazioni protezionistiche e animaliste, gestori pubblici e/o privati di riserve e parchi eticamente compatibili, al fine di trovare di comune accordo una soluzione adeguata e che sia rispettosa delle normative sul benessere animale. Credo che tutte le altre forme d’arte dello spettacolo circense debbano essere ampiamente finanziate dal Ministero dei Beni Culturali per il loro continuo e sorprendente lavoro di ricerca.

*Ai sensi del Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati Personali GDPR (Regolamento UE 2016/679), le informazioni fornite sono raccolte e trattate per le sole finalità dell’OIPA Italia Onlus. In ogni momento potrete rivolgervi all’OIPA Italia Onlus per consultare, modificare, oppure opporvi al trattamento dei dati.

>>> Vai alla campagna

ATTENZIONE! VI PREGHIAMO DI COMPILARE TUTTI I CAMPI, I FIRMATARI CHE OMETTERANNO DEI DATI VERRANNO CANCELLATI DALLA PETIZIONE

PETIZIONE NAZIONALE PER L’ABOLIZIONE DELL’USO DEGLI ANIMALI NEI CIRCHI

Alla Presidenza del Consiglio di Ministri
Presidente del Consiglio Giuseppe Conte

Al Ministero per i beni e le attività culturali
Ministro Alberto Bonisoli

Al Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare
Ministro Sergio Costa

L’utilizzo degli animali nel circo, tradizione ormai anacronistica ed anche in contrasto con le posizioni attuali dell’opinione pubblica e del mondo scientifico, altro non è che una schiavitù legalizzata. Ecco perché vi chiedo, non solo l’attuazione della L. 175/2017, in cui è previsto il graduale superamento dell’utilizzo degli animali nei circhi, approvando in tempi brevi il testo del disegno di legge delega deliberato nel Consiglio dei Ministri dello scorso 28 febbraio 2019, ma anche la piena applicazione dell’art. III-121 del Trattato dell’Unione Europea (Costituzione dell’Unione Europea) dove si stabilisce che gli animali sono esseri senzienti. La realizzazione di queste disposizioni porterebbe così a compimento l’attuazione delle cinque libertà del Brambell Report (libertà dalla sete, dalla fame e dalla cattiva nutrizione, di avere un ambiente fisico adeguato, dal dolore e dalle malattie, di manifestare le caratteristiche comportamentali, dalla paura e dal disagio) già richiamate, e spesso disattese, da un documento della Commissione scientifica Cites del Ministero dell’Ambiente datato 2006.
La suddetta normativa, che prevede la dismissione degli animali dal circo, non comporta una semplice procedura perché trovare un ricovero adatto per la nuova vita degli animali prevede una gestione delle risorse condivisa. Vi chiedo, in caso di approvazione della legge delega di sentire OIPA Italia Onlus in audizione nelle commissioni Cultura del Parlamento Italiano e di istituire un tavolo in cui siano coinvolte tutte le parti: Governo, Ente Nazionale Circhi, Associazioni protezionistiche e animaliste, gestori pubblici e/o privati di riserve e parchi eticamente compatibili, al fine di trovare di comune accordo una soluzione adeguata e che sia rispettosa delle normative sul benessere animale. Credo che tutte le altre forme d’arte dello spettacolo circense debbano essere ampiamente finanziate dal Ministero dei Beni Culturali per il loro continuo e sorprendente lavoro di ricerca.

**la tua firma**



*Ai sensi del Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati Personali GDPR (Regolamento UE 2016/679), le informazioni fornite sono raccolte e trattate per le sole finalità dell’OIPA Italia Onlus. In ogni momento potrete rivolgervi all’OIPA Italia Onlus per consultare, modificare, oppure opporvi al trattamento dei dati.
5,824 signatures

Condividi con i tuoi amici:

   


Ultime sottoscrizioni
5,824 Laura R. Ott 23, 2019
5,823 Eleonora M. Ott 23, 2019
5,822 Natascia O. Ott 23, 2019
5,821 Manuel O. Ott 23, 2019
5,820 Camilla S. Ott 23, 2019
5,819 Daniele S. Ott 23, 2019
5,818 Mario G. Ott 23, 2019
5,817 Luisa A. Ott 23, 2019
5,816 Simona G. Ott 23, 2019
5,815 Camilla M. Ott 23, 2019
5,814 Caterina V. Ott 23, 2019
5,813 Ida A. Ott 22, 2019
5,812 Paola P. Ott 22, 2019
5,811 Giovanna G. Ott 22, 2019
5,810 Anna Maria C. Ott 22, 2019
5,809 Valeria R. Ott 22, 2019
5,808 Asia D. Ott 22, 2019
5,807 Veronica G. Ott 22, 2019
5,806 Alberto R. Ott 22, 2019
5,805 Celine M. Ott 22, 2019
5,804 Adriana D. Ott 22, 2019
5,803 Mario V. Ott 22, 2019
5,802 irene e. Ott 22, 2019
5,801 Antonella S. Ott 22, 2019
5,800 ilhama n. Ott 22, 2019
5,799 Vania V. Ott 22, 2019
5,798 STEFANIA S. Ott 22, 2019
5,797 Alice Z. Ott 22, 2019
5,796 Ileana B. Ott 21, 2019
5,795 Bartola G. Ott 21, 2019
5,794 Stefania F. Ott 21, 2019
5,793 Alessia M. Ott 21, 2019
5,792 Martina I. Ott 21, 2019
5,791 Ilona N. Ott 21, 2019
5,790 Daniela C. Ott 21, 2019
5,789 Maria Chiara B. Ott 20, 2019
5,788 Lucia Q. Ott 20, 2019
5,787 Beatrice Iris B. Ott 20, 2019
5,786 Laura L. Ott 19, 2019
5,785 Barbara M. Ott 19, 2019
5,784 Alessia M. Ott 19, 2019
5,783 Stella G. Ott 19, 2019
5,782 Maria elena M. Ott 19, 2019
5,781 Francesco L. Ott 19, 2019
5,780 Laura B. Ott 19, 2019
5,779 Silvia M. Ott 18, 2019
5,778 antonella b. Ott 18, 2019
5,777 Laura A. Ott 18, 2019
5,776 Maria Pia D. Ott 17, 2019
5,775 Mariangela S. Ott 17, 2019

Numero firmatari
5824